Santa Croce a Lanzo

La storia della chiesa dei Ss. Apostoli Giacomo e Filippo, da lungo tempo detta di "Santa Croce", è strettamente connessa alle vicende della omonima confraternita

e dell'hospitium peregrinorum che sorse nelle vicinanze della chiesa e associa, per circa quattro secoli, la propria funzione a quella del luogo di culto. ... La nascita della confraternita di Santa Croce è circoscrivibile ad un periodo compreso tra il 1270 e i primi anni del XIV secolo. ... è un edificio a cui i lanzesi sono molto legati e per il quale numerosi volontari si adoperano da tempo per il mantenimento e la conservazione.

Luisa Giacomelli, Relazione per il progetto di restauro, 2011

 

Il restauro eseguito dal Consorzio San Luca ha riguardato l'apparato decorativo esterno della chiesa, che porta testimonianza delle diverse fasi costruttive, a partire dal XIV fino ad arrivare al XVIII secolo. Trattandosi di un paramento murario in materiale lapideo con inserimenti in laterizio e apparati decorativi in cotto, lo stato conservativo non era uniforme e variava in relazione ai vari elementi. Era possibile però individuare alcune tipologie di degrado a carattere generale diffuse su entrambi i fronti quali depositi superficiali di varia natura, alterazione cromatica della superficie oltre a mancanze ed erosioni, prevalentemente localizzate sui laterizi; era infine evidente la presenza di vegetazione infestante e di interventi recenti realizzati con malta cementizia non idonea ai materiali presenti in opera. L'intervento di restauro effettuato è stato improntato ad una logica strettamente conservativa e finalizzato al mantenimento dei caratteri esistenti, avendo come scopo principale quello di fermare il processo di degrado che negli anni aveva intaccato e compromesso il paramento murario dei prospetti esaminati senza realizzare integrazioni ma valorizzando il fascino dei secoli di storia dell'edificio sacro. Si è quindi intervenuti eliminando i depositi superficiali presenti sugli elementi in laterizio e rimuovendo la vegetazione infestante, sono stati consolidati dove possibile gli intonaci storici mentre le parti troppo ammalorate sono state ripristinate con materiali coerenti; particolare cura è stata posta nel recuperare le scritte storiche riportanti le date che hanno segnato la storia dell'edificio. Nelle zone in cui erano presenti tracce di intonaco policromo, come negli elementi del fregio trecentesco o nelle formelle del portale quattrocentesco, si è intervenuti con operazioni di accurata pulizia e di consolidamento delle cromie presenti. Il risultato ottenuto è una nuova compattezza che conferisce maggiore resistenza dagli agenti atmosferici e migliora la lettura e l'aspetto estetico dell'opera.

 

LANZO TORINESE (TO), CHIESA DEI SANTI APOSTOLI FILIPPO E GIACOMO DETTA DI SANTA CROCE (XIV-XVIII SEC.)

Restauro dei fronti esterni sud ed est della chiesa

Tipologia intervento: restauro superfici affrescate, intonaci storici, apparati lapidei, elementi in cotto.

Committente: Parrocchia di San Pietro in Vincoli.

Direzione Lavori: arch. Luisa Giacomelli.

Alta sorveglianza: dott.ssa Maria Rosaria Severino – Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici e Etnoantropologici del Piemonte

Alta sorveglianza: arch. Giulia Macarrone – Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le province di Torino, Asti, Cuneo, Biella e Vercelli.

Durata lavori: luglio 2011 - ottobre 2011.

Finanziamenti: Fondi propri della Parrocchia, Città di Lanzo Torinese, Fondazione CRT, Compagnia di San Paolo.

Imprese consorziate esecutrici: R.i.c.t. Tauro s.a.s. di Marina Locandieri & C, Michelangelo Varetto.

 

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo Sito sono utilizzati dei cookies. Cliccando su “Accetto ” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati nell' Informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. per sapere di più sui cookie e come cancellarli, guarda la nostra privacy policy.

  Accetto i cookie da questo sito.