Il Sant'Antonio di Nepote a Piscina

Il dipinto è opera del pittore Carlo Ignazio Nepote e raffigura Sant’Antonio da Padova in contemplazione del Bambino Gesù, attorniato da una schiera di angeli,

dei quali uno in particolare tiene in mano dei gigli, uno dei simboli del Santo. L'opera è attribuibile all’ultima fase artistica del pittore, in una data compresa tra il 1766 (data di costruzione della chiesa di San Grato) ed il 1780, anno della sua morte. Così come per il dipinto della Madonna del Rosario (realizzata anch’essa dal Nepote e restaurata dal Consorzio San Luca) è stato possibile osservare come l’opera abbia nel tempo subito delle pesanti ridipinture, probabilmente ad opera della stessa mano.

 

PISCINA (TO), CHIESA DI SAN GRATO VESCOVO (XVIII-XIX SEC.)

Restauro del dipinto di Sant'Antonio da Padova (XVIII sec.)

Tipologia intervento: restauro dipinto ad olio su tela

Committente: Parrocchia San Grato Vescovo

Direzione Lavori: arch. Manuela Ghirardi

Alta sorveglianza: dott.ssa Maria Rosaria Severino – Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici e Etnoantropologici del Piemonte

Durata lavori: febbraio - ottobre 2015

Finanziamenti: Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT

Imprese consorziate esecutrici: Michelangelo Varetto

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo Sito sono utilizzati dei cookies. Cliccando su “Accetto ” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati nell' Informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. per sapere di più sui cookie e come cancellarli, guarda la nostra privacy policy.

  Accetto i cookie da questo sito.